Alicia Savage: quando il selfie è "trascendente"!

Alicia Savage: quando il selfie è trascendente! img

La giovane fotografa americana Alicia Savage si è specializzata in autoritratti surreali, che accennano l’illusione del volto, magicamente sfumato nel contesto di paesaggi fantastici, attraverso i quali l’artista esplora i concetti del viaggio e della trascendenza: invitandoci a scoprire l’immensità di quanto sta oltre l’ (im)possibile.

La fotografia surreale di Alicia Savage

Il sè come soggetto essenziale per scoprire le infinte potenzialità della ripresa fotografica e per soddisfare un’onnivora curiosità per l’Oltre, ampliando continuamente le proprie capacità suggestive attraverso l’impiego originale della macchina fotografica: questa in sintesi l’arte di Alicia Savage, giovane freelance americana, grandemente apprezzata ad un livello internazionale. 

Con estrema coerenza, Alicia Savage ritrae continuativamente se stessa, nella natale città di Boston ovvero durante i suoi frequenti viaggi all’estero, di recente sempre più spesso compiuti in solitaria (serie dei “Meta”), non tanto intesi ad esplorare località lontane od esotiche, quanto a metamorfizzare l’ineluttabile anelito alla conoscenza, che caratterizza la nostra condizione umana: viaggi alla ricerca del sè, viaggi dell’anima, viaggi esperienziali, che mentre modificano la nostra percezione del mondo, comportano un adeguamento anche delle nostre risorse stilistiche, atte a meglio significare la nostra inedita consapevolezza dei rapporti intercorrenti tra l’io e l’altro.

Ben al di là della compiaciuta estetizzazione del sè, peraltro inficiata dall’oscuramento del volto, cui soggiaciono tutti i suoi autoritratti, le fotografie di Alicia Savage sono infatti finalizzate a produrre nuove esperienze anche nello spettatore, che le osserva, invitato ad immaginarsi al posto della protagonista ritratta, condividendo la sua ricerca e incorporandovi le proprie esperienze e i propri desideri.

L’intera produzione di Alicia Savage esce quindi dai limiti dell’autoritratto per proporsi come una meditata riflessione sulla vita e sulla conoscenza/consapevolezza che ne possediamo, un lavoro estremamente intimo e raffinato che esplora le potenzialità della mente (e dell’Arte) di dar vita a racconti estesi rispetto ai condizionati limiti dell’esperibile. Spiega la stessa artista nel suo sito, per permetterci di comprendere davvero noi stessi ed il mondo che ci circonda, la fotografia deve superare l’anelito alla rappresentatività per lasciar spazio a ciò che “potrebbe essere”.

Per dar forma a questo Oltre, Alicia Savage si avvale di specifiche tecniche, perfezionate nel 2011 durante un workhosp con il fotografo Brooke Shade, il quale, secondo la sua stessa testimonianza, le ha insegnato come sia possibile creare “qualsiasi idea ovunque e in qualsiasi momento”. Ma proprio per rispondere alle imprevedibili esigenze espressive di ciò che ancora non è, lo stile di Alicia Savage è in continua evoluzione e abbandona talvolta le abitudine rappresentative formate per accogliere gli inediti stimoli dettati dalla novità del soggetto: “Per essere onesti”, racconta l’artista, “io spesso non sono consapevole dello stile finale delle mia fotografia mentre fotografo, ma confido delle tendenze che si sono formate e a partire da queste lascio che via via il linguaggio si crei da solo per esprimere al meglio chi sono e quello che provo in quel momento”.

Biografia di Alicia Savage

Nata e cresciuta a Boston (MA), Alicia Savage ha concentrato il suo lavoro sulla documentazione interpretativa della vita e della consapevolezza, facendosi spesso ispirare dai suoi recenti viaggi.
Dopo essersi diplomata in Business and Art alla Northeastern University, impiegandosi in contabilità per il successivo triennio, Alicia Savage ha scelto di abbandonare una carriera troppo vincolante per la sua creatività e di proseguire gli studi presso il Center of Digital Imaging Art della Boston University, dove ha sviluppato le sue competenze nell’ambito della fotografia artistica e sulle nuove tecniche del digitale. Fondamentali quindi per la sua crescita i numerosi viaggi compiuti negli States e all’estero, da cui ha tratto idee originali per sviluppare i suoi onirici autoritratti.
Oggi Alicia Savage lavora principalmente come fotografa artistica e produttore creativo.

Sito Artista: aliciasavage.com

 

Foto


Alicia Savage: quando il selfie è  trascendente ! 0
Alicia Savage: quando il selfie è  trascendente ! 1
Alicia Savage: quando il selfie è  trascendente ! 2
Alicia Savage: quando il selfie è  trascendente ! 3

Rufina Trentino Scritto da:

Pagina inserita il
Ultimo aggiornamento:

Cosa ne pensate?


Inserisci commento:


IN OFFERTA:

novita per Arte Virale Riproduzione del quadro The Singing Butler di Jack Vettriano
Riproduzione del quadro The Singing Butler di Jack Vettriano
novita per Arte Virale Quadro astratto su tela in 5 parti
Quadro astratto su tela in 5 parti
novita per Arte Virale Keith Haring Creakit Stencil Kit di Strumenti Creativi
Keith Haring Creakit Stencil Kit di Strumenti Creativi
novita per Arte Virale Visario 6810, disegno su tela "Modern"
Visario 6810, disegno su tela "Modern"

Riproduzione del quadro The Singing Butler di Jack Vettriano

Riproduzione del quadro The Singing Butler di Jack Vettriano

Acquista ora


Arte Virale Logo
© Copyright 2017 - All rights reserved



Le informazioni contenute in questo sito web sono solamente a scopo informativo e non intendono sostituire il consulto da parte di un medico. Le recensioni si basano su materiale ed informazioni di natura generica prese dal sito ufficiale del produttore e/o fornitore, informazioni reperibili di dominio pubblico e facilmente accessibili. Non è possibile ritenere il sito responsabile riguardo l'accuratezza, completezza o veridicità del materiale pubblicato né per eventuali danni fisici o morali derivanti dall'uso improprio dei contenuti pubblicati. Il sito web non è ne produttore e/o fornitore dei prodotti che recensisce. Ti invitiamo a consultare:

Approfondimenti | Terms and Conditions | Cookies Policy