Arte d'(inter)azione al Cairo: l'istituzione Beirut

Arte d'(inter)azione al Cairo: l'istituzione Beirut img

Beirut è un’istituzione (in fieri), un collettivo simil-comune anni settanta, un ufficio curatoriale, uno spazio espositivo entro un’elegante villetta con vista Piramidi, ma soprattutto un progetto artistico inteso a documentare, interpretare, nonché partecipare ai rapidi cambiamenti che stanno interessando la società e le diverse comunità egiziane

Nel quartiere di Agouza al Cairo una dimora nobiliare della metà del secolo scorso (tre piani circondati da un piccolo giardino) è stata di recente trasformata in uno spazio curatoriale condiviso, dove vengono organizzate rassegne artistiche, condotti progetti di ricerca e ospitati artisti anche internazionali impegnati in una riflessione sul significato politico, la valenza ideologica, le ricadute sociali e formative dei grandi cambiamenti che interessano la politica e la società egiziane, nonché l’intera regione mediorientale.

Beirut” si propone come un osservatorio privilegiato sul presente, attento alle istanze di rinnovamento avanzate da un sempre crescente numero specie di giovani, interessati ad interagire attivamente anche ad un livello internazionale per garantire al paese un adeguato posizionamento nel panorama politico ed economico mondiale. Beirut agisce come una sorta di forum, attraverso il quale la comunità internazionale di artisti, poeti, scrittori, registi, pensatori, ma anche lavoratori e studenti può condividere le proprie affinità e le riflessioni sociali, prendendo posizioni critiche per riflettere sulla situazione apertasi con i recenti cambiamenti istituzionali e offrire il proprio supporto per la creazione di meccanismi sociali realmente partecipativi, anche attraverso l’arte: nell’obiettivo di definire un futuro dai contorni ancora non definiti, l’esperienze artistica gioca infatti un ruolo determinante, permettendo di pensare al di là dei protocolli o degli schemi già in uso, senza per questo dimenticare ciò che ci ha preceduto.

Come recentemente ribadito dalla sua curatrice Antonia Alampi, in un contesto ove la fluidità, intesa tanto nei termini di incertezza quanto di molteplicità potenziale, risulta l’elemento caratterizzante della presente situazione socio-politica e del futuro, “pensare creativamente, immaginare!” è pressoché un imperativo categorico.

Come opera Beirut

Beirut propone una programmazione stagionale, articolata attraverso una serie di attività centrate su alcuni focus dialettici interconnessi, derivanti dalle più recenti istanze avanzate dalla collettività: in questo modo l’istituzione riesce a mantenersi estremamente flessibile e sollecita ad offrire risposta alle urgenze del contemporaneo, sensibile ai sentimenti della comunità in cui è inserita e cui intende offrire un’occasione di riflessione, uno spazio di dialogo, una serie di proposte realmente propositive.

“Beirut si fonda sulla convinzione che il cambiamento deve prima essere immaginato, per essere raggiunto“, spiega ancora Antonia Alampi, “attraverso le sue attività, che includono mostre, pubblicazioni, progetti discorsivi ed educativi, Beirut vuole esprimere l’importanza del pensiero critico e indipendente per il raggiungimento dell’emancipazione sociale e politica”.

Beirut lavora dunque a stretto contatto con altre istituzioni egiziane e internazionali dedicate all’arte, la musica, il cinema e la letteratura, per forgiare nuovi strumenti di sostegno agli artisti ed agli intellettuali, talvolta marginalizzati dal moderno sistema merceologico ovvero spiacenti ai regimi politici imperanti.

I contatti di Beirut

Curatori: Antonia Alampi (italiana classe 1983), Jean Maier-Rothe, Sarah Rifky, Lotta Schäfer (assistente curatoriale).
Sito web: www.beirutbeirut.org
Pagina FB: https://www.facebook.com/BeirutCairo?pnref=story


Settimo Padovano Scritto da:

Pagina inserita il
Ultimo aggiornamento:

Cosa ne pensate?


Inserisci commento:


IN OFFERTA:

novita per Arte Virale Ravensburger 15373 Puzzle Arte Van Gogh
Ravensburger 15373 Puzzle Arte Van Gogh
novita per Arte Virale Beetest 60 pennarelli con custodia nera
Beetest 60 pennarelli con custodia nera
novita per Arte Virale Kare 30796 Athlet Oggetto decorativo in fibra di vetro
Kare 30796 Athlet Oggetto decorativo in fibra di vetro

Ravensburger 15373 Puzzle Arte Van Gogh

Ravensburger 15373 Puzzle Arte Van Gogh

Acquista ora


Arte Virale Logo
© Copyright 2017 - All rights reserved



Le informazioni contenute in questo sito web sono solamente a scopo informativo e non intendono sostituire il consulto da parte di un medico. Le recensioni si basano su materiale ed informazioni di natura generica prese dal sito ufficiale del produttore e/o fornitore, informazioni reperibili di dominio pubblico e facilmente accessibili. Non è possibile ritenere il sito responsabile riguardo l'accuratezza, completezza o veridicità del materiale pubblicato né per eventuali danni fisici o morali derivanti dall'uso improprio dei contenuti pubblicati. Il sito web non è ne produttore e/o fornitore dei prodotti che recensisce. Ti invitiamo a consultare:

Approfondimenti | Terms and Conditions | Cookies Policy